Top

Buongiorno come state? Siamo ormai in autunno ma non so voi io mi sono ritrovata qui con la testa ancora nell’estateve soprattutto ancora devo riprendermi dall’ultima vacanza. Abbiamo avuto l’opportunità grazie a Trivago di passare cinque giorni nella meravigliosa Sicilia, più precisamente a Taormina. Cinque giorni di mare e di relax in un luogo che vale la pena visitare almeno una volta nella vita.

 

Cose che ho scoperto della Sicilia in questa vacanza:

  • La Sicilia è veramente calda. Sì, anche a Settembre possiamo trovarci con 35 gradi all’ombra! E anche la sera più di 30 gradi io davvero non li avevo mai visti dove vivo e nemmeno in tutti i posti dove sono stata al mare anche ad Agosto. Ora capisco quando parlate di bagno di mezzanotte, diventa un’esigenza impellente!

Castelmola

  • I dolci della Sicilia sono veramente buonissimi. Ancora penso a quei cannoli ripieni con granella di mandole e pistacchi ai lati. Ancora me li sogno!
    cannolo di Taormina
  • Le recensioni su Tripadvisor sono sempre da prendere con le pinze. Abbiamo scelto un hotel 4 stelle (Atahotel Capotarmina) nonostante alcuni ne parlassero davvero male. Ragazzi ma che problema avete? Quell’hotel ha una posizione incredibile. Direttamente sul mare, con un panorama mozzafiato! Per non parlare della spiaggetta. Un piccolo gioiellino incastonato in una grotta, con i sassi di colore chiaro che incredibilmente non diventano bollenti come succede con la sabbia e che danno al mare un colore azzurrino incredibile. La piscina poi… guardate voi che panorama! Solo per questo vale tutte le stelle che ha!

Ata Hotel Capotaormina

  • In Sicilia in vacanza ci sono un sacco di stranieri ma non sono “caciaroni” come noi Italiani. Loro si che hanno capito cosa significa il relax. In piscina non si sentiva volare una mosca nonostante fosse piena di villeggianti. Nessuno urlava al telefono o parlava a voce decisamente troppo alta. Un paradiso per chi ama rilassarsi!

spiaggia Taormina

  • Taormina è bellissima. Uno quei posti così belli che ti domandi perchè davvero una persona dovrebbe vivere in un appartamento in un quartiere residenziale di una grigia città quando nel mondo esistono questi posti. Il mare, le vie in pietra, le chiese, i pavimenti di marmo a scacchiera i ristorantini carucci, il verde, tanto verde.

Taormina piazza

  • La Sicilia è vicinissima alla Calabria. Aveva ragione quel noto politico che voleva farci il ponte! Il viaggio sul traghetto dura troppo poco. Neanche il tempo di salire e scattare due foto che già devi scendere. Ovvio non è una lamentela, anzi qualcuno potrebbe anche insultarmi per questa affermazione, sono io che amo talemente il mare e le navi che resterei ore sul ponte a guardare il panorama *_*

Stretto di Sicilia

  • L’accento siciliano è troppo bellino e le persone sono davvero gentili e alla mano. Lo erano sia nell’hotel, dove ti aspetti ospitalità, sia in strada. Non vi dico nemmeno in quanti posti bellissimi visitati in altre regioni le persone sembravano annoiate e infastidite. Capisco anche che ad Agosto qualche residente possa odiare la folla ma sono sempre convinta che l’atteggiamento ospitale in una località turistica possa fare la differenza. Basta solo un sorriso a volte.

Taormina ristorante

Passando alla nostra vacanza l’idea era quella di andare a Settembre per fare mare di mattina e giri fotografici esplorativi di pomeriggio ma in realtà si è trasformata in cinque giorni felici al mare, un po’ per i caldo un po’ perchè mi sono presa un mega raffreddore con annessa influenza a causa della simpaticissima aria condizionata e quindi addio kilometri a piedi. Un po’ anche perchè ad un mare così bello e una piscina con quel panorama non si poteva certo dire di no.

L’impressione è stata quella di avere avuto troppi pochi giorni a disposizione e non siamo riusciti a vedere tutto quello che ci eravamo prefissati. L’Etna ad esempio, o tutte le città nei dintorni come Catania. Ma questo non è certo un problema, quale pretesto migliore infatti per  tornarci di nuovo?

La prossima volta cercheremo di girare tutta la Sicilia Orientale magari in primavera quando le temperature sono più adatte ad andare in giro e non a spiaggiarsi felicemente come balenottere.

Siamo riusciti però a viitare Castelmola. Un paesino carinissimo che fa parte del circuito dei borghi più belli d’Italia. E ho capito che basta davvero poco. Noi Italiani davvero non ci rendiamo conto di che tesori abbiamo. Le basi ci sono tutte, quel poco poco di cura in più per trasformare ogni borgo in un piccolo gioiellino. I fiori, i colori, l’ordine. Davvero ci vuole poco!

Siamo riusciti anche ad assaggiare quello che dicono sia il cannolo più buono di Taormina e la pasta di mandorle più buona della zona: rispettivamente nella pasticceria Roberto e nella pasticceria “D’Amore. Quest’ultima fa anche delle scatole da asporto che potete portare come souvenir ai vostri familiari che ne rimarranno felicissimi! Inutile dirvi che avevo preso la scatola di grandezza media ma arrivata a casa i dolcetti sono finiti il giorno dopo.

Le cose da raccontare sarebbero ancora molte ma per oggi mi fermo qui. Abbiamo girato anche video, eccolo qui sotto.

0

Rispondi

Grazie per aver letto questo articolo!

Se ti è piaciuto lascia un commento o condividilo!

Siamo Alessia e Gabriele, ci piace raccontare le destinazioni e le nostre avventure partendo dalla nostra inesplorata regione: La Basilicata. Amiamo viaggiare seguendo un ritmo lento e rilassato, godendoci sempre i luoghi che visitiamo, lasciandoci conquistare dalla cultura e dai cibi del posto.

Seguici anche su instagram: